AZIENDA TESSILE ROMANA – Memorie di un titolare

La storia dell'Azienda Tessile Romana parte da lontano

Io e l’Azienda

Dopo la fase giocosa dell’infanzia, iniziai a fare sporadiche apparizioni alla cassa nelle domeniche lavorative pre-natalizie. In questa fase i miei ricordi sono indissolubilmente legati alla figura di Pino, commesso addetto alle vendite dei tessuti di alta moda che, per me, era un vero spasso. Difficile vederlo annoiato, sempre pronto a immaginare la prossima cliente e la prossima vendita come una scommessa; era piccolino, occhi azzurri, vivaci e simpatia tipicamente partenopea. Pensare di perdere una vendita, per lui, era una vera onta: lo ricordo decidere cosa avrebbe venduto alla prossima cliente ancora prima che si presentasse o preparare sul bancone cosa avrebbe venduto il giorno dopo al momento della chiusura serale; un giorno divise un rotolo di tessuto per cappotti in tre parti, presentando le tre pezze per tre diverse qualità pur di mostrare il massimo assortimento. Mai fu abbandonato dalla sua fama di donnaiolo impenitente – anche verso colleghe e clienti – della giustezza della quale mai ebbi conferma. Fu tra i primi trapianti di cuore di cui sentii parlare: i suoi allontanamenti e ritorni in azienda nelle varie traversie della malattia, l’alternarsi di prognosi senza speranza che mi raccontava in ospedale, mostrando le cicatrici dell’operazione e i continui inaspettati ritorni in giacca e cravatta sul luogo di lavoro scandirono per anni le mie considerazioni sui limiti e le straordinarie possibilità dell’uomo e erano ben rappresentate dal suo volto scavato e dal perenne ritorno del guizzo dei suoi occhi celesti.

Iniziai a frequentare l’azienda assiduamente nel 1983, al termine degli studi liceali.  Fino alla laurea, mi occupai prevalentemente di consegne ai clienti, sistemazione dei magazzini, approvvigionamenti, scorte e vendite in giro per il Centro Italia, alternando l’impegno aziendale agli studi e a lunghi viaggi inter-continentali che mio padre non ha mai ostacolato e che negli anni a seguire avrebbero fatto la fortuna dell’azienda. Solo dopo la Laurea, nell’ipotesi di proseguire una carriera universitaria brillantemente iniziata, sono stato fortemente invitato a prendere in mano in prima persona le redini dell’azienda con poche, semplici, emozionali, incontestabili domande sul futuro.
Da un punto di vista lavorativo, papà mi ha lasciato totale mano libera, sopportando spese per apparecchi per lui inconcepibili per modernizzare l’azienda o per sottostare a vincoli legislativi e fiscali per lui eticamente inaccettabili, lagnandosi il giusto per le paure “di non arrivare a pagare fine mese”, ma ricevendo belle soddisfazioni per le quali mi ha sempre gratificato. Finiti i tempi dei camion pieni di pezze di tela in tinta unita da distribuire nella provincia, ho condiviso e collaborato alla crescita negli anni 80 e 90 di numerosi giovani confezionisti romani che con me e come me si affacciavano in quegli anni al mondo del lavoro nel campo della moda con le esperienze più varie: dall'alta moda ai negozi di abbigliamento casual. Contribuire a creare il prodotto giusto è sempre stata una mia prerogativa: gli amici-clienti hanno così potuto largamente sviluppare le loro attività avendo come punto di riferimento nella scelta dei tessuti la nostra azienda fino a diventare tra le più importanti realtà commerciali della città e/o del paese. Nello stesso tempo ho mantenuto inalterato il grande assortimento e la varietà dei tessuti mirati a un consumatore finale diversificatosi in una clientela sempre più vasta ma dai minori consumi, puntando inoltre a proseguire la tradizione di un'azienda caratterizzata da un ambiente lavorativo familiare, sereno e collaborativo. In anni di progressiva omologazione di offerta e di gusti, il mio impegno si è indirizzato alla ricerca e alla sperimentazione nella realizzazione di tessuti personalizzati e particolari sia per la vendita al dettaglio che per creare prodotti ad hoc per i clienti confezionisti e per la realizzazione di creazioni per la casa. Oltre a partecipare a tutte le fiere tessili in Italia e all'estero, sono stati sicuramente fondamentali i numerosi viaggi in India, anche in luoghi remoti, alla scoperta dell'arte delle stampe eseguite a mano con timbri artigianali intagliati in legno, usando tinte derivate da elementi naturali, e dei preziosi ricami eseguiti a mano con tecniche antiche, ormai estinte nel mondo occidentale. Negli anni della progressiva de-industrializzazione del settore tessile italiano, sempre più difficile risultava avere un approccio creativo con quantità commercialmente possibili. Lo spostamento delle produzioni tessili nei paesi industrializzati dell'Est aveva da una parte ridotto i costi - e quindi gli utili - ma aveva inoltre aperto la via di una progressiva massificazione dell'offerta intorno a grandi quantità di merce omologhe nel gusto e nell'offerta di stili e colori. L’India, la sua grande capacità manuale, permetteva ancora di sperimentare quantità più modeste dall’alto valore artistico. I tessuti e le creazioni derivate dall’esperienza indiana si sono rivelate un fatto caratterizzante per la nostra azienda sia per l’alta moda che per l’arredamento della casa, per il grande stilista, così come per il cliente alla ricerca di qualcosa di unico e prezioso per un’occasione particolare.

 

clicca sulle immagini sottostanti per scoprire tutte le fasi della nostra storia

Le origini parenopee
Le origini partenopee

Nel 1917 mio nonno Achille con i suoi fratelli avviò l'attività a Napoli...

Il trasferimento a Roma

La crisi del 29 mise a terra gran parte delle imprese,specialmente nel meridione...

Il trasferimento a Roma
L'azienda come famiglia
L'azienda come famiglia

La scomparsa di nonno Achille nel 1960 e di zio Tonino nel 1965...

Il secondo trasferimento

La sede di Via Ara Coeli era in affitto dal Partito Comunista Italiano...

Il secondo trasferimento
Io e l'azienda
Io e l'azienda

Dopo la fase giocosa dell'infanzia, iniziai a fare sporadiche apparizioni...

Mio padre

Non privo di piccole quanto drammatiche crisi nella diversità dei caratteri....

Mio padre
L'azienda e la città
L'azienda e la città

Tante le realtà imprenditoriali legate alla confezione uomo-donna...

Oggi e domani

Un secolo di storia è periodo imprenditorialmente lunghissimo....

Oggi e domani