AZIENDA TESSILE ROMANA – Memorie di un titolare

La storia dell'Azienda Tessile Romana parte da lontano

L’Azienda e la città

Tante le realtà imprenditoriali legate alla confezione uomo-donna e all’alta moda con cui abbiamo collaborato in tanti anni: renderemmo sicuramente ingiustizia a qualcuno nel dilungarci in una lunga lista di preziosi quanto famosi clienti. Non posso però esimermi dal ricordare la semplice straordinarietà di Egon Von Fustenberg, che mi diede la commovente – per me - soddisfazione di vedere sfilare in luminose passerelle l’operoso frutto di abili mani ricamatrici che avevo personalmente ideato in umili dimore indiane; tante le rappresentazioni teatrali grandi e piccole cui abbiamo collaborato: dalle messinscene locali – e non meno sentite – nei teatrini romani alle grandi opere del Teatro alla Scala di Milano, del Teatro Massimo di Palermo o del Teatro dell’Opera di Roma. Il cinema, con i suoi grandi personaggi, meriterebbe un intero capitolo, tanto ha inciso nella storia di Roma e, quindi, nella storia giornaliera dell’azienda dove le sartorie cinematografiche sono di casa e condividono con noi le memorabili gesta dei grandi costumisti. Tra i tantissimi, mi piace ricordarne tre, differenti eppure unici grandi portatori del genio e del buon gusto italiano: il maestro Piero Tosi, collaboratore storico di Luchino Visconti, per il quale firmò, tra gli altri, i costumi de Il Gattopardo, che mi ha onorato in tempi recenti dei suoi ricordi nel suo stile amichevole e umile; Danilo Donati, autore, tra gli altri, dei costumi per Amarcord e Casanova di Federico Fellini, tante volte raccontate dai commessi di un tempo come collaborazioni esaltanti e il mio costumista preferito di oggi, Maurizio Millenotti, con cui ho avuto l’onore e il piacere di condividere i costumi de La passione di Cristo di Mel Gibson e di apprezzarne non solo la professionalità, ma soprattutto lo stile personale, “materico” in un’epoca omologata e artificiale quale è la nostra. Tra le istituzioni ci onoriamo di servire, sin dalla sua nascita, la Presidenza della Repubblica Italiana. In generale, crediamo di avere servito tutti i romani che abbiano avuto bisogno di stoffe o arredi: dai bisognosi della stazione Termini nelle fredde giornate invernali, al coloratissimo vestito di shantoung indiano del Vescovo di Roma, Giovanni Paolo II nel Giubileo del 2000.


Negli anni è inoltre cresciuta l’immagine dell’azienda, quasi come una presenza culturale della città, un monumento in mezzo a tanti monumenti: la citazione nelle guide (mai a pagamento) e la presenza – tra gli altri - in film quali Romanzo Criminale di Michele Placido, Gente di Roma di Ettore Scola e To Rome with Love di Woody Allen  ci ha onestamente reso orgogliosi e ripagato di scelte fondate su valori diversi dalla semplice considerazione economica. Di pari passo con l’impegno lavorativo è cresciuto l’impegno civico e sociale verso il territorio in cui l’Azienda Tessile Romana vive. Di qui un lavoro costante - una battaglia perenne - contro il perdurante degrado del centro, per la salvaguardia e la valorizzazione dell’area di Largo Argentina e la difesa delle botteghe artigianali e dei negozi storici nel centro storico della Capitale: attività che da sempre contribuiscono, insieme al grande patrimonio artistico e archeologico, a rendere questa città un luogo diverso e un po’ meno omologato dalle altre grandi realtà dell’Occidente. La totale mancanza di una politica positiva e propositiva in tal senso da parte delle amministrazioni succedutesi ai vertici della città ci fa pensare che nella vita non bisogna combattere solo le battaglie impossibili, ma anche quelle perse. Ma non desistiamo. Nel 2005 abbiamo donato i tessuti per la realizzazione del settore delle fibre tessili del Museo di Merceologia della facoltà di Economia dell'Università La Sapienza di Roma e partecipato all'organizzazione di un seminario sul mondo del tessile a favore dei ragazzi del Corso di Laurea di Scienza della Moda e del Costume.

Personalmente ho inoltre contribuito in qualità di Coordinatore Organizzativo e Direttore Artistico degli eventi equestri all’ideazione e alla realizzazione del rinato Carnevale Romano, tradizione centenaria della città di Roma recuperata a partire dal 2009.

 

clicca sulle immagini sottostanti per scoprire tutte le fasi della nostra storia

Le origini parenopee
Le origini partenopee

Nel 1917 mio nonno Achille con i suoi fratelli avviò l'attività a Napoli...

Il trasferimento a Roma

La crisi del 29 mise a terra gran parte delle imprese,specialmente nel meridione...

Il trasferimento a Roma
L'azienda come famiglia
L'azienda come famiglia

La scomparsa di nonno Achille nel 1960 e di zio Tonino nel 1965...

Il secondo trasferimento

La sede di Via Ara Coeli era in affitto dal Partito Comunista Italiano...

Il secondo trasferimento
Io e l'azienda
Io e l'azienda

Dopo la fase giocosa dell'infanzia, iniziai a fare sporadiche apparizioni...

Mio padre

Non privo di piccole quanto drammatiche crisi nella diversità dei caratteri....

Mio padre
L'azienda e la città
L'azienda e la città

Tante le realtà imprenditoriali legate alla confezione uomo-donna...

Oggi e domani

Un secolo di storia è periodo imprenditorialmente lunghissimo....

Oggi e domani